Il futuro sotto il profilo economico

Vivere serenamente la terza età

La pianificazione del pensionamento comincia con l’allestimento di un budget, che è opportuno suddividere in tre parti:

Coprite le spese fisse – per tutta la vita

Una parte dei mezzi pecuniari è necessaria per coprire le spese di base per vivere, come vitto, alloggio e spese abitative. Queste spese indispendabili alla vita quotidiana devono essere coperte vita natural durante mediante introiti sicuri e regolari.
La soluzione: rendita AVS, rendita della cassa pensioni e/o rendita vitalizia classica.

Spese variabili – per gli aspetti piacevoli della vita

La seconda parte del budget comprende le spese variabili, relative agli aspetti piacevoli della vita come viaggi e vacanze, uscite serali, teatro e hobby. Si tratta di spese voluttuarie, che però rendono la vita più piacevole.

Dal momento che queste spese non sono a breve termine e non devono essere sempre elevate, avete un buon margine d’azione nel finanziamento. Questo margine di manovra (lungo periodo e flessibilità per quanto riguarda l’entità) vi permette di partecipare con i vostri investimenti all’andamento dei mercati finanziari.

Riserve per investimenti più consistenti

Per spese a carattere straordinario, come l’acquisto di un’automobile o la ristrutturazione dell’abitazione, si dovranno approntare riserve adeguate. Il momento del prelievo è in parte pianificabile, e può essere a breve, medio o lungo termine. Il denaro può essere investito in differenti categorie – a seconda della durata e delle opportunità di rendimento.