loading

Ristrutturare e rinnovare – presenta solo vantaggi

Con gli anni le esigenze abitative cambiano, e questo per motivi molto diversi tra loro. Pertanto vale la pena pensare a una ristrutturazione. Ciò mantiene la vostra proprietà d'abitazioni in buono stato nel lungo termine. Grazie al mantenimento del valore, risparmiate persino sulle imposte.

Motivi per l'ampliamento e la ristrutturazione:

  • La vostra abitazione propria corrisponde nuovamente alle vostre esigenze.
  • Evitate impreviste riparazioni d'emergenza.
  • Mantenete il valore o addirittura lo aumentate.
  • In questo modo sostenete la vostra previdenza a lungo termine.

Adesso non resta che realizzare la ristrutturazione o il rinnovo in modo intelligente dal punto di vista costruttivo, temporale e finanziario.

Gli esperti di Swiss Life Immopulse sono al vostro fianco con la loro competenza in materia edilizia e finanziaria. In questo modo potete pianificare le modifiche per tempo. Inoltre, non verrete sorpresi da riparazioni che, quando non previste, sono solitamente costose.

 

Passo dopo passo alla ristrutturazione:

  1. Rilevare fabbisogno di ristrutturazione e rinnovo.
  2. Pianificare costi, finanziamento e momento ottimale dal punto di vista fiscale.
  3. Incaricare esperti edili.
  4. Assistere e controllare i lavori di costruzione.

Guardate nel breve filmato come realizzare in modo vantaggioso i lavori di costruzione. Ciò inizia con la valutazione dello stato e del valore attuali del vostro immobile. Quindi segue la pianificazione, per arrivare infine all'assistenza in presenza di misure edilizie.

Desidera ristrutturare la sua casa? Inoltre può dedurre le ristrutturazioni dal reddito imponibile.

Rinnovare con il capitale del secondo pilastro

I prelievi anticipati del secondo pilastro possono essere utilizzati non solo per l'acquisto di un immobile ma anche per ristrutturazioni e ampliamenti. A condizione che queste mantengano la qualità abitativa e il valore dell'immobile. Questo vale per esempio in caso di risanamento di facciate, tetto, cucina o bagno. Tuttavia la legislazione non è chiara. I fornitori di previdenza interpretano le possibilità in modo diverso. Lo chiarisca assolutamente in anticipo.

 

Rinnovare con il capitale del terzo pilastro

Fino a cinque anni prima del raggiungimento dell'età di pensionamento ordinaria è possibile un prelievo parziale per ristrutturazioni della proprietà d'abitazioni. Successivamente è consentito solo un altro prelievo dell'intero capitale. Perciò è utile gestire più conti del pilastro 3a. A ciò bisogna aggiungere l'effetto di risparmio fiscale: se suddivide i versamenti su più anni, interrompe la progressione fiscale. Complessivamente riduce quindi il suo onere fiscale. Nel pilastro 3a vale quanto detto per il secondo pilastro. La legislazione sull'ammissibilità di un prelievo anticipato per una ristrutturazione non è chiara. I fornitori di previdenza interpretano le possibilità in modo diverso. Lo chiarisca assolutamente in anticipo.

Le spese di manutenzione dell'immobile sono deducibili. Ma soltanto se la manutenzione non aumenta il valore. Questa comprende, ad esempio, ripitturare la facciata, o nuovi rivestimenti dei pavimenti. Se si crea un plusvalore – se per esempio si sostituisce il linoleum con un parquet – questa parte di costi non è deducibile.
 

Dedurre la manutenzione come importo forfettario o come costi effettivi??

Per la deduzione fiscale di una ristrutturazione può impiegare un importo forfetario prestabilito a livello cantonale o i costi effettivi. In molti cantoni vale la regola: se l’immobile ha meno di dieci anni, l’importo forfetario ammonta al 10% del valore locativo proprio, nel caso di immobili più vecchi al 20%. 

A questo occorre fare attenzione:

  • Non vale la pena procedere ogni anno a piccoli lavori di manutenzione. Può dedurre l’importo forfetario anche se non ha sborsato un franco. Raggruppi, quindi, in un anno vari piccoli lavori e deduca poi i costi effettivi.
  • Conservi i giustificativi di lavori di ristrutturazione che non ha potuto dedurre. Se successivamente venderà l'immobile, faccia valere questi costi a livello d'imposta sugli utili da sostanza immobiliare.

  • Ripartisca i grossi lavori su due anni. In questo caso può ridurre il suo reddito due volte.

loading
×