Swiss Life ha a cuore il benessere della società. Per questo motivo investe tutte le sue energie nel consigliare e accompagnare le persone nei loro più importanti momenti di vita, perché trascorrano un’esistenza in piena consapevolezza e libertà di scelta. L’impegno di Swiss Life è dunque migliorare la nostra qualità di vita, creando un ambiente dove ciascuno possa costruire con serenità il proprio futuro.

Per festeggiare i suoi cento anni a sud delle Alpi, l’Agenzia Assicurativa ha quindi
voluto promuovere una serie di azioni che manifestano la sua grande di riconoscenza verso questo territorio e i suoi abitanti. Tali iniziative, perfettamente in linea con le attività di Responsabilità Sociale di Swiss
Life, sono segno della completa adesione da parte dell’Azienda a questo concetto ormai fondamentale nel panorama economico locale e internazionale, dove la visione d’impresa assume un importante risvolto etico attraverso un grande impegno umano e sociale nei confronti della collettività.

Per questo, nel corso del 2019 l’Agenzia Assicurativa, per mezzo del progetto GraTItudine promosso dalla Fondazione “Prospettive” di Swiss Life, ha sostenuto finanziariamente dodici associazioni di beneficenza operanti in Ticino: la Scuola di danza Diamonds Dance Company, l’Associazione All’Ospedale Giocando, la Federazione Cantonale del Costume Ticinese, la Fondazione il Gabbiano, il Gruppo Jeans Locarno, la Fondazione Elisa, la Fondazione OTAF, Scoutismo Ticino e la Fondazione San Gottardo, APAV, Greenhope e UNITAS.
Queste ultime (APAV, Greenhope e UNITAS) hanno inoltre beneficiato della generosità di alcuni collaboratori Swiss Life, impegnatisi attivamente e con grande passione nei progetti delle Associazioni.

Salvaguardare la memoria del territorio: l’impegno di Swiss Life con APAV

La prima iniziativa ha preso il via il 10 maggio ad Aurigeno, in Valmaggia, dove sei consulenti dell’Agenzia Assicurativa si sono dati appuntamento per avviare i lavori di ripristino di una struttura gestita dall’APAV
(Associazione per la protezione del Patrimonio Artistico e Architettonico di Valmaggia), attiva nella regione dal 1975. Il luogo, immerso tra i fitti boschi che nascondono il vecchio collegamento tra Aurigeno e Avegno, è una “lüéra”, trappola medievale per la cattura dei lupi.

L’importanza dell’azione di Swiss Life è stata sottolineata anche dal membro APAV Flavio Zappa, studioso di storia medievale e titolare dello studio “Orizzonti alpini”, centro di ricerche storiche, etnografiche e archeologiche. Lo storico di Maggia ha mostrato la copia di una stampa del XIV secolo come testimonianza della paura ancestrale verso il lupo, evidenziando poi il grande valore del restauro, destinato a «promuovere la salvaguardia di una struttura rara per le valli alpine e dal ruolo significativo nella protezione delle greggi in periodo medievale». 

Swiss Life ha quindi contribuito a questa iniziativa con una prima pulizia dalla vegetazione infestante, il completamento dei muri a secco e l’installazione di cartelli informativi, ad opera dei consulenti previdenziali Virgilio Congiu, Matteo Garbani-Nerini, Fausto Hetzel, Francesco Locatelli e Sascha Mauro. Questo intervento è stato accolto con grande soddisfazione dalla presidente di APAV Gabriella Tomamichel, che il 10 maggio ha anche ricevuto ufficialmente l’importante donazione finanziaria devoluta da Swiss Life all’Associazione e consegnata alla presidentessa dal responsabile vendita per il Sopraceneri e volontario partecipante al progetto, Pietro Quanchi.

Dare speranza al nostro futuro: il sostegno di Swiss Life a Greenhope

Il grande impegno dell’Agenzia Assicurativa nel volontariato e nel supporto alla popolazione è
stato ampiamente dimostrato anche l’8 e il 9 giugno in piazza Manzoni a Lugano durante l’allestimento del villaggio e delle attività sportive promosse da Greenhope. La Fondazione, guidata dal suo presidente,
il ticinese Luca Cereghetti, si impegna nell’organizzazione di eventi mirati ad offrire ai bambini malati di cancro e alle loro famiglie momenti di svago nei quali ritrovarsi in serenità.

L’impegno di questa organizzazione non poteva certo lasciare indifferente Swiss Life, protagonista dell’entusiasmante giornata sportiva che ha registrato oltre tremila iscritti e più di duecento ospiti provenienti da ogni angolo della Svizzera. All’importante evento hanno preso parte l’Agente generale Swiss Life per la Svizzera italiana, Roberto Russi insieme alla sua famiglia, con i collaboratori e le collaboratrici Lea Aebischer, Giovanni Andreotti, Renato Bernasconi, Letizia Gangemi, Luc Humbert-Droz e Elena Pizzetti.

L’affiatato gruppo si è impegnato ad aiutare i volontari nell’allestimento del Greenhope Village, contribuendo poi a preparare l’aperitivo di benvenuto e dando una mano ad allestire il successivo Greenhope Family Day dell’11 agosto. Il lavoro è stato impegnativo, ma anche ricco di tante soddisfazioni, evidenziate da Cereghetti nel sottolineare l’importante e continuativo appoggio di Swiss Life, «che da anni ci sostiene in qualità di sponsor, dando un contributo finanziario veramente indispensabile affinché si possano organizzare queste attività».

Affrontare la vita con tanto ottimismo: l’aiuto di Swiss Life a UNITAS

L’impegno dell’Agenzia Assicurativa per il territorio e i suoi abitanti è dunque concreto e tangibile, ribadito anche dal sostegno all’UNITAS (Associazione ciechi e ipovedenti della Svizzera italiana). La partecipazione di alcuni collaboratori Swiss Life come volontari nei trasporti, ha permesso all’Associazione di Tenero di rafforzare un impegno che si realizza nel suo stesso comitato, dove persone in difficoltà si aiutano reciprocamente nelle loro quotidiane necessità.

Questa forma di mutuo soccorso è stata sottolineata dalla rappresentante e coordinatrice dei volontari UNITAS, Michela De Taddeo, la quale ha identificato «nell’autoaiuto tra persone cieche e ipovedenti in tutto il Ticino» la mission dell’Associazione. L’impegno è stato condiviso dai volontari Swiss Life, che con grande slancio si sono messi a disposizione di ciechi e ipovedenti, accompagnandoli, ad esempio, dal medico o a Casa Andreina, Centro diurno socio-assistenziale di Lugano.

Simone Bernasconi, specialista in previdenza e finanza PMI per l’Agenzia Generale Swiss Life della Svizzera italiana nel Sottoceneri, è stato uno dei volontari che ha deciso di dare il personale contributo nell’accompagnamento di un giovane dal suo domicilio a Casa Andreina, aderendo all’impegno dell’Agenzia Assicurativa. Questa testimonianza di solidarietà è stata rafforzata dai numerosi partecipanti all’iniziativa che, oltre a Bernasconi, ha coinvolto i collaboratori e le collaboratrici Swiss Life Cinzia Conconi, Fausto Giusto, Massimo Giusto, Luc Humbert-Droz, Stefan Keller, Francesco Locatelli e Francesco Sganga.

Solidarietà e GraTItudine: l’impegno di Swiss Life nella Svizzera italiana

L’impegno dei volontari dimostra la ferma volontà di Swiss Life, nei suoi cento anni di vita a sud delle Alpi, nel ringraziare il territorio con un importante contributo sociale. Al di là del costante impegno professionale, l’Agenzia Assicurativa vuole continuare a essere un saldo punto di riferimento nella collettività, partecipando attivamente al suo sviluppo con l’obiettivo di garantire a tutti la possibilità di costruire un futuro migliore, da vivere insieme per altri cento anni, non solo in piena libertà di scelta, ma anche con rispetto e gratitudine verso il territorio.

Altri articoli interessanti

kickoff

I primi cento anni

Dal lontano 1919, quando venne aperto il suo primo ufficio a Lugano, Swiss Life è infatti maturata fino a diventare oggi uno dei mercati di maggiore interesse a livello nazionale.

Fruehpensionierung_Blog3

Pensionamento anticipato?

Chi si confronta con questa tematica per tempo può certamente guardare con tranquillità al proprio futuro finanziario anche decidendo di andare in pensione anticipatamente.

Freizeit

Essere padroni del proprio futuro

Qual è il segreto per arrivare a 100 anni in piena libertà di scelta? La consapevolezza! Ecco perché Swiss Life ha organizzato un evento che ha parlato proprio di consapevolezza in tutti gli aspetti!