Torna a 2015

I nuovi obiettivi di Swiss Life fino al 2018

25.11.2015

  • Nell'ambito della Giornata degli investitori, Swiss Life definisce i propri obiettivi fino al 2018. Sono quattro le direzioni strategiche su cui viene concentrata l'attenzione: aumento e miglioramento della qualità dell’utile; capitale, disponibilità liquide e dividendi; orientamento ai clienti e consulenza nonché efficienza a livello operativo.
  • Aumento e miglioramento della qualità dell’utile: entro il 2018 Swiss Life intende aumentare a un livello compreso fra 400 e 450 milioni di franchi il risultato delle commissioni e spese e preservare a un livello fra 350 e 400 milioni di franchi il risultato del rischio. Il gruppo prospetta un valore cumulato di affari nuovi di oltre 750 milioni di franchi sull'arco del prossimo triennio.
  • Capitale, disponibilità liquide e dividendi: con un'allocazione di capitale efficiente, Swiss Life intende rafforzare la solvibilità. Al 1° gennaio 2015 l'SST ratio, in base al modello interno parzialmente approvato, segnava valori fra il 140% e il 160%. Il Solvency II ratio si collocava a oltre 200%. Swiss Life mira a conseguire una distribuzione oscillante fra il 30% e il 50% dell’utile netto a favore degli azionisti.
  • Orientamento ai clienti e consulenza: nei prossimi tre anni Swiss Life investirà nel complesso ben oltre 100 milioni di franchi in più nella qualità della consulenza, nella digitalizzazione e nelle iniziative volte a promuovere la crescita organica.
  • Efficienza a livello operativo: per svincolare risorse da destinare agli investimenti, entro il 2018 Swiss Life risparmierà ulteriori 100 milioni di franchi. In tal modo, tra il 2008 e il 2018 il gruppo avrà conseguito complessivamente un risparmio sui costi di oltre 600 milioni di franchi.
  • Nell'insieme il gruppo ambisce a realizzare un rendimento del patrimonio netto rettificato fra l'8% e il 10%.
  • Per l'esercizio 2015 la direzione del gruppo proporrà al consiglio d'amministrazione un dividendo di almeno 8 franchi. 

"Swiss Life ha registrato un ulteriore sviluppo soddisfacente anche negli ultimi tre anni. Abbiamo superato gli obiettivi nell'ambito del programma 'Swiss Life 2015' ", afferma Patrick Frost, CEO del gruppo Swiss Life. "È un eccellente presupposto per traghettare l'impresa verso la fase successiva. In questo nostro intento, puntiamo su elementi affermati, ma ci orientiamo ancora maggiormente alla qualità dei nostri utili. In futuro daremo maggior peso alla capacità di trasferire disponibilità liquide a Swiss Life Holding e a una gestione efficiente del capitale in ogni nostro campo d'attività. Ai fini dell'ulteriore sviluppo del nostro modello commerciale, nel prossimo triennio investiremo ben oltre 100 milioni di franchi in più nella digitalizzazione, nella consulenza e nella crescita organica.”

"Swiss Life 2018"sistematico ulteriore sviluppo del modello commerciale

Nell'ambito dell'odierna Giornata degli investitori, Swiss Life presenta i propri obiettivi per il prossimo triennio. Sono quattro le direzioni strategiche che l'impresa persegue con il programma "Swiss Life 2018": aumento e miglioramento della qualità dell’utile; gestione del capitale sistematica per costituire una riserva di capitali supplementare, trasferire disponibilità liquide a Swiss Life Holding e raggiungere una maggiore capacità di pagare dividendi; ulteriori progressi nell’efficienza a livello operativo, nonché orientamento sistematico al cliente in tutti i processi operativi.

Quanto all'aumento e miglioramento della qualità dell’utile, Swiss Life punta sull'orientamento dell'impresa a quattro fonti di proventi: il risultato di risparmio, il risultato del rischio, il risultato delle commissioni nonché il risultato dei costi. Ampliando ulteriormente le operazioni che generano tasse e commissioni, con minore vincolo di capitale, Swiss Life rafforza la solidità del proprio modello commerciale. In termini concreti, entro il 2018 il gruppo mira a realizzare un risultato delle commissioni fra 400 e 450 milioni di franchi e a preservare il risultato del rischio a un livello fra 350 e 400 milioni di franchi. Il rigoroso processo d'investimento inciderà sul risultato di risparmio, che continuerà a fornire un importante contributo.

Per Swiss Life la gestione patrimoniale, riferita sia all'attività assicurativa e ai relativi clienti, sia ai mandati esterni, rimane di fondamentale importanza per il successo sul mercato. La lunga duration degli investimenti e solidi proventi da investimenti diretti permettono a Swiss Life di tener testa all'attuale situazione dei tassi d'interesse e di tutelare il proprio margine d'interesse. La strategia d'investimento è impostata in modo tale che il margine d'interesse risulti protetto per decenni, sulla base dell'armonizzazione sistematica degli investimenti e degli impegni. Questo permetterà di adempire alle garanzie nei confronti dei clienti, anche se la fase di debolezza dei tassi d'interesse dovesse perdurare sul lungo termine. Le competenze di Swiss Life Asset Managers nell'investimento a lungo termine e orientato al rischio, in particolare nel caso delle obbligazioni e degli immobili, fanno degli affari con clienti terzi un elemento trainante della crescita. Swiss Life Asset Managers si è pertanto prefissata l'obiettivo di aumentare, entro il 2018, da un lato da 34 miliardi di franchi (fine 2014) a 50 miliardi di franchi le attività in gestione di clienti terzi e, dall'altro, del 40% circa a un livello fra 640 e 660 milioni di franchi il reddito da commissioni.

Quanto ai temi capitale, disponibilità liquide e dividendi, Swiss Life persegue i seguenti obiettivi: in base a una gestione del capitale disciplinata, la società intende distribuire oltre 1,5 miliardi di franchi di disponibilità liquide alla holding, cumulati sul prossimo triennio. Swiss Life mira a conseguire una distribuzione compresa fra il 30% e il 50% dell’utile netto a favore degli azionisti. Questo valore in un primo tempo si situerà presumibilmente nella parte inferiore del margine.

In occasione della Giornata degli investitori, Swiss Life comunica per la prima volta i margini relativi all'SST ratio e al suo Solvency II ratio. Al 1° gennaio 2015 l'SST, in base al modello interno parzialmente approvato, ha segnato valori oscillanti fra il 140% e il 160%. Il Solvency II ratio superava il 200% in base al modello standard europeo, senza agevolazioni né disposizioni transitorie. "Le cifre relative alla solvibilità mostrano che possiamo portare avanti lo sviluppo del gruppo poggiando su una solida dotazione di patrimonio", afferma Patrick Frost. "Il Solvency II ratio rivela quanto le esigenze dell'SST siano superiori rispetto agli standard europei: ossia di 40-60 punti percentuali. Ciò comporta degli svantaggi inutili per la piazza assicurativa in Svizzera. Ci impegneremo, pertanto, come finora, affinché l'SST crei validi incentivi e i clienti non risultino svantaggiati."

Nell'ottica di un rigoroso orientamento al cliente e alla consulenza di tutti i processi operativi, nel prossimo triennio nel complesso Swiss Life investirà ben oltre 100 milioni di franchi in più nello sviluppo del modello commerciale, garantendo la base per il futuro successo del gruppo. Gli investimenti dovranno confluire, in primis, nella digitalizzazione, nella qualità della consulenza nonché in iniziative volte a promuovere la crescita organica. Patrick Frost afferma: "In tutti i settori di affari del gruppo abbiamo situazioni di partenza differenti, ma interessanti, propizie alla crescita naturale e alla creazione di disponibilità liquide. L'orientamento sistematico al cliente nonché la nostra solidità finanziaria sono i presupposti per riuscire a sfruttare questo potenziale."

Per mantenere l’efficienza a livello operativo e svincolare risorse da destinare agli investimenti, Swiss Life effettuerà ulteriori risparmi sui costi pari a 100 milioni di franchi. Tra il 2008 e il 2018 il gruppo avrà, così, conseguito un risparmio sui costi di oltre 600 milioni di franchi (riduzione di oltre un quarto dei precedenti costi).

Nell'insieme il gruppo nel prossimo triennio ambisce a realizzare un rendimento del patrimonio netto rettificato fra l'8% e il 10%. Per l'esercizio 2015 la direzione del gruppo proporrà al consiglio d'amministrazione un aumento del dividendo da 6.50 franchi ad almeno 8.00 franchi.

"Vivere più a lungo, vivere le proprie scelte": sfida e nel contempo opportunità

"Le conseguenze sociali ed economiche della longevità vengono sottovalutate in pressoché tutti gli ambiti della vita", afferma Patrick Frost. "Dimenticando che questa realtà riguarda tutti. L'urgenza di affrontare l'argomento viene rafforzata dalla forte esigenza delle persone di strutturare la propria vita secondo le proprie scelte e con dignità." Swiss Life vede in questa tematica una sfida e, nel contempo, un'opportunità. Di fronte allo sviluppo demografico, libertà di scelta e previdenza rappresentano, per l'impresa, una duplice opportunità. Da un lato, esse sono lo spunto per continuare a sviluppare soluzioni e prodotti. Dall'altro, su un mercato della previdenza in espansione, esse sono propizie per creare vantaggi per il cliente, a mezzo di una consulenza calibrata di prim'ordine. Il mondo politico e la società sono, dal canto loro, chiamati ad avviare quei cambiamenti atti a tener conto delle molteplici conseguenze legate all'aumento della speranza di vita. "Come impresa Swiss Life, nei prossimi anni intendiamo impegnarci nella discussione pubblica riguardo all'argomento del 'vivere più a lungo, vivere le proprie scelte'. Vogliamo, così, indurre cerchie interessate ed esponenti politici di diversi orientamenti a dare peso all'aspetto intergenerazionale di questo tema, in considerazione della rilevanza che riveste per l'intera società."

Oggi, a partire dalle ore 10.30 (CET), avrà luogo la Giornata degli investitori in lingua inglese per analisti finanziari e investitori. Troverete il programma al sito www.swisslife.com. È altresì possibile seguire telefonicamente le presentazioni:

 

Numero di accesso Europa:

+41 (0) 58 310 50 00

Numero di accesso UK:

+44 (0) 203 059 58 62

Numero di accesso USA:

+1 (1) 631 570 56 13

 

Per i giornalisti alle ore 08.30 (CET) si terrà una conferenza telefonica in lingua tedesca con Patrick Frost, CEO del gruppo Swiss Life.

 

Numero di accesso

+41 (0) 58 310 50 00

 

Kit informativo sulla Giornata degli investitori swisslife.com

Informazioni

Media Relations

Telefono +41 43 284 77 77

media.relations@swisslife.ch

Investor Relations

Telefono +41 43 284 52 76

investor.relations@swisslife.ch

www.swisslife.com

Ulteriori informazioni

Trovate tutti i comunicati stampa all'indirizzo swisslife.ch/comunicatistampa

Swiss Life

Il gruppo Swiss Life è un primario offerente di soluzioni previdenziali e finanziarie globali a livello europeo. Nei mercati principali Svizzera, Francia e Germania, Swiss Life, tramite i propri agenti nonché vari partner di vendita (broker e banche), offre alla sua clientela privata e aziendale una consulenza completa e individuale e un'ampia gamma di prodotti propri e di partner.

I consulenti di Swiss Life Select, tecis, Horbach, Proventus e Chase de Vere selezionano sul mercato i prodotti adeguati per i clienti, secondo l'approccio Best Select. Swiss Life Asset Managers offre a investitori istituzionali e privati accesso a soluzioni d'investimento e di gestione patrimoniale. Swiss Life assiste sia gruppi multinazionali, con soluzioni di previdenza a favore del personale, sia clienti privati benestanti, con prodotti di previdenza strutturati.

La Swiss Life Holding SA, con sede a Zurigo, trae le sue origini dalla Società svizzera di Assicurazioni generali sulla vita dell'uomo fondata nel 1857. L'azione della Swiss Life Holding SA è quotata allo SIX Swiss Exchange (SLHN). Fanno parte del gruppo Swiss Life anche le due controllate Livit e Corpus Sireo. Il gruppo dà lavoro a circa 7500 fra collaboratrici e collaboratori e a circa 4500 consulenti finanziari titolari di licenza.


Swiss Life in 3 minuti (video)

Cautionary statement regarding forward-looking information

This publication contains specific forward-looking statements, e.g. statements including terms like “believe”, “assume”, “expect” or similar expressions. Such forward-looking statements, by their nature, are subject to known and unknown risks, uncertainties and other important factors. These may result in a substantial divergence between the actual results, developments and expectations of Swiss Life and those explicitly or implicitly described in these forward-looking statements. Given these uncertainties, the reader is reminded that these statements are merely projections and should not be overvalued. Neither Swiss Life nor its Members of the Board of Directors, executive managers, managers, employees or external advisors nor any other person associated with Swiss Life or with any other relationship to the company makes any express or implied representation or warranty as to the correctness or completeness of the information contained in this publication. Swiss Life and the abovementioned persons shall not be liable under any circumstances for any direct or indirect loss resulting from the use of this information. Furthermore, Swiss Life undertakes no obligation to publicly update or change any of these forward-looking statements, or to adjust them to reflect new information, future events, developments or similar.