Attività indipendente – con prelievo anticipato e previdenza

State pensando di avviare un'attività indipendente? Potete prelevare il capitale iniziale dall'avere di vecchiaia della vostra cassa pensioni.

La vostra attuale previdenza vi sostiene nella realizzazione del vostro sogno – qualora vogliate prelevare interamente o in parte l'avere di vecchiaia accumulato. In questo modo potete finanziare le spese per avviare l'attività. Tuttavia, il capitale prelevato in anticipo viene a mancare per la previdenza.

  • La richiesta di versamento: Presentate la richiesta del versamento dell'avere di previdenza entro un anno dall'avvio dell'attività indipendente.
    • Potete attendere con il prelievo anticipato del capitale fino alla conferma da parte dell'AVS sul riconoscimento dell'attività indipendente. Successivamente avete un mese di tempo per disporre il versamento in contanti. È importante che la richiesta avvenga immediatamente dopo l'avvio dell'attività indipendente o dopo la conferma da parte dell'AVS. In questo modo evitate problemi di natura fiscale.
    • Comunicate la richiesta di versamento con la notifica di uscita oppure presentate separatamente una dichiarazione di volontà. Se siete sposati o vivete in un'unione domestica registrata, dovete allegare anche il consenso del partner autenticato da un notaio.
  • Prova dell'attività indipendente: La cassa pensioni necessita, inoltre, dei documenti che dimostrano la vostra attività indipendente, ad esempio:
    • il contratto di locazione per la sede commerciale
    • l'iscrizione al registro di commercio
    • la conferma dell'AVS sul riconoscimento come indipendente nell'attività principale
  • Versamento: Dopo l'esame dei documenti, la cassa pensioni provvede al versamento dell'avere di vecchiaia.

Per un inizio finanziariamente sicuro, vostro e della vostra ditta, dovreste pensare per tempo alla previdenza. In altre parole, dovete continuare ad accumulare sufficiente capitale di vecchiaia. Inoltre, a seconda della situazione familiare, dovete tutelarvi a sufficienza contro i rischi invalidità e decesso. Osservate anche la nostra guida "Cosa occorre osservare in caso di nuova fondazione".

×