Il vostro pensionamento – e come pianificarlo

50 anni e nessun segno di stanchezza? Ad ogni modo questo è il momento opportuno per occuparvi seriamente del vostro pensionamento. Perché nei prossimi 10-15 anni potete fare ancora molto per godervi la vostra futura vita.

Per preparare il vostro pensionamento ponetevi per tempo le due domande centrali:  

  • Quando desiderate andare in pensione?
  • Come vi conviene prelevare l'avere, sotto forma di rendita o di capitale?


A entrambe le domande trovate qui importanti informazioni.

Non volete aspettare i 65 anni per godere della sospirata libertà? In tal caso vale la pena pianificare il prima possibile il ritiro dalla vita professionale e risparmiare il capitale necessario. Perché un pensionamento anticipato, al più presto a 58 anni, è legato a prestazioni di vecchiaia (rendita o capitale) più basse. Potete colmare in parte o interamente queste lacune, quindi è indispensabile la pianificazione tempestiva.

A cosa fare attenzione:

Presso Swiss Life potete effettuare acquisti nella risultante lacuna previdenziale. Il Servizio alla clientela vi fornisce informazioni a riguardo.

Per il pensionamento ordinario al momento è prevista l'età di 65 anni per gli uomini e di 64 per le donne. La previdenza professionale, ovvero il secondo pilastro, vi garantiscono una rendita sicura durante la vecchiaia. A questo si aggiunge la protezione finanziaria in caso di invalidità o decesso.

Il primo e secondo pilastro vi assicura un reddito di circa il 60% del vostro ultimo salario. In base alla situazione di vita è quindi difficile mantenere il vostro tenore di vita abituale.

A cosa fare attenzione:

Prima del vostro pensionamento, tramite versamenti volontari nel secondo e terzo pilastro, potete colmare eventuali lacune finanziarie – e allo stesso tempo risparmiare sulle imposte. La cosa migliore è avvalervi di una consulenza.

Dopo l'età di pensionamento prevista dalla legge (uomini 65 anni / donne 64 anni) potete continuare a lavorare. In questo modo differite la riscossione delle vostre prestazioni di vecchiaia, se il vostro budget lo consente.

Così riscuotete la vostra rendita o il vostro capitale solo al pensionamento definitivo, al più tardi però a 70 anni. Il vostro vantaggio: maggiore è la durata di questo differimento, maggiori saranno poi le prestazioni di vecchiaia del primo e secondo pilastro.

A cosa fare attenzione:

  • Per il pensionamento differito mettetevi in contatto con il vostro datore di lavoro e la vostra cassa pensioni.
  • Chi esercita un'attività lucrativa oltre l'età di pensionamento ordinaria è in ogni caso tenuto a pagare i contributi.

A partire da 58 anni fino al più tardi a 70 anni è possibile un pensionamento anche a tappe. La maggior parte dei piani di previdenza contemplano un pensionamento flessibile.

Per Swiss Life vale: per il pensionamento parziale dovete ridurre considerevolmente il grado d'occupazione. Se ad esempio lavorate ancora solo al 50%, percepite il 50% delle prestazioni di vecchiaia. Potete scegliere quanto viene versato in ogni fase sotto forma di capitale o di rendita.

A cosa fare attenzione:

  • Per il pensionamento parziale mettetevi in contatto con il vostro datore di lavoro e la vostra cassa pensioni.
  • Per motivi fiscali consigliamo di ridurre non più di due volte il grado d'occupazione.

Oggi sempre più beneficiari di rendite scelgono una combinazione di rendita e capitale. Percepite, ad esempio, un quarto dell'importo, come stabilito per legge, in una volta, e il resto dell'avere come rendita. In questo modo coprite le vostre esigenze fondamentali con un reddito regolare. Inoltre avete a disposizione una somma più grande, che potete utilizzare a vostro piacimento. Ad esempio per rimborsare l'ipoteca sulla vostra abitazione propria, per un particolare viaggio o semplicemente come riserva.

Raffronto versamento della rendita o liquidazione in capitale

 

Versamento della rendita

Liquidazione in capitale

Vantaggi

  • Prestazioni regolari per tutta la vita
  • Sicurezza
  • Rendita per i superstiti
  • Flessibilità
  • Possibilità d'investimento con opportunità di maggior rendimento
  • È possibile ridurre i debiti (p.es. ipoteche)

Svantaggi

  • In caso di decesso il capitale di vecchiaia disponibile non torna a beneficio dei superstiti
  • Nessuna possibilità di beneficiare di utili di capitale
  • Nessuna flessibilità per spese straordinarie
  • Il capitale deve essere gestito autonomamente per tutta la vita
  • La sicurezza non è garantita (nessuna garanzia)
  • Rischio di farsi abbagliare dal boom delle borse
  • In caso di calo delle quotazioni di borsa, il capitale di vecchiaia si riduce velocemente e bisogna fare i conti con l'abbassamento del tenore di vita

Imposte

  • Imposta sul reddito proveniente dalla rendita
  • Il capitale viene tassato separatamente, a un'aliquota ridotta, dal rimanente reddito.

Come procedere:

  • Allestite un budget per la terza età. In questo modo potete rispondere meglio alla domanda su rendita o capitale.
  • Rendita o liquidazione in capitale – la decisione una volta presa non può più essere annullata. Pertanto deve essere ben ponderata. È possibile anche una combinazione come via di mezzo.
  • Se decidete per una liquidazione in capitale, dovete comunicarlo alla vostra cassa pensioni, al più tardi un mese prima del pensionamento.
  • Al momento del versamento di capitale dal secondo pilastro e dal pilastro 3a pagate le imposte su questi prelievi (ad un'aliquota ridotta). Conviene, quindi, percepire il capitale scaglionato su vari anni.
  • La cosa migliore è avvalervi di una consulenza di un esperto.
×