Vorreste godervi il pensionamento in tutta tranquillità – e preferibilmente in piena libertà di scelta – tra le vostre quattro mura? È così che molti svizzeri vorrebbero trascorrere il periodo dopo il pensionamento. Chi fa tesoro dei seguenti consigli, potrà mettere in pratica questo proposito e godersi la propria casa al riparo da preoccupazioni.

Consiglio 1: verificare l’idoneità all’età

L’anca dolorante, le ginocchia che scricchiolano e la vista che non funziona più come una volta. Invecchiare significa anche avere qualche acciacco in più che può compromettere la salute fisica. Pertanto, fate bene a considerare la vostra casa sotto i seguenti aspetti:

  • Percorribilità
    Su quale piano si trovano i locali? C’è un ascensore o ci sono solo scale?
  • Lavoro richiesto
    Come si presenta la situazione a livello di dimensioni dello spazio abitativo e del giardino? Quanto tempo richiedono la cura e la manutenzione dell’abitazione?
  • Approvvigionamento
    Quali sono gli esercizi commerciali nelle vicinanze? Come si presenta la situazione riguardo alle cure mediche?
  • Collegamenti
    In che misura il luogo di domicilio è collegato ai mezzi di trasporto pubblico? Quali sono le attività di supporto o associative presenti sul territorio?

Consiglio 2: calcolare la sostenibilità finanziaria

Prima di concedere un’ipoteca, l’istituto finanziario calcola la sostenibilità finanziaria. Anche se gli attuali tassi d’interesse effettivi sono molto più bassi, trova applicazione il cosiddetto tasso d’interesse calcolatorio del 5%. In base alla nota regola indicativa i costi correnti (costituiti da spese accessorie, manutenzione, costo degli interessi e ammortamento) non devono superare un terzo del reddito.

Gli istituti finanziari vi contattano già alcuni anni prima del pensionamento per verificare insieme la sostenibilità finanziaria dell’ipoteca. La sostenibilità sarà data anche dopo il pensionamento? Occorre tener presente che il reddito sarà perlopiù significativamente inferiore rispetto al reddito percepito durante il periodo lavorativo.

Avviate per tempo le misure appropriate in modo da poter finanziare l’abitazione propria anche in terza età e affinché essa non diventi un peso per voi.

Consiglio 3: pianificare l’ammortamento

Fino a quale importo dovreste rimborsare l’ipoteca? Da un lato, l’ammortamento permette di ridurre i costi d’abitazione – ora e in futuro. Dall’altro, subentra un maggiore onere fiscale, dal momento che è possibile dedurre solo i bassi interessi ipotecari. Inoltre il capitale è vincolato alla casa.

Rivolgetevi per tempo al datore del credito: quali sono le sue aspettative riguardo al rimborso dell’ipoteca al raggiungimento dell’età di pensionamento?

Fondamentalmente, vale quanto segue: se il risparmio non può essere investito a un tasso d’interesse migliore rispetto all’interesse ipotecario applicabile, l’ammortamento diventa interessante.

Consiglio 4: confrontare esigenze e budget

Allestite un budget per il periodo successivo al pensionamento. Come desiderate vivere in terza età? Quanto costano i nuovi hobby che vorreste praticare durante il tempo libero che è aumentato? State pianificando un trasloco? Nel calcolo occorre includere anche le spese per le imposte, la cassa malati e altri costi sanitari. Esistono, di regola, tre tipi di spese:

  • spese fisse
  • spese variabili
  • riserve per investimenti

Il reddito scaturisce dalle rendite, da liquidazioni in capitale e da altre fonti. La nostra guida sulla pianificazione del budget per la terza età vi fornisce consigli utili.

Calcolatore del budget

La pianificazione del budget non è così difficile come si tende a pensare. Il calcolatore del budget di Swiss Life permette di calcolare il potenziale di risparmio e mantenere una visione d’insieme sulle proprie finanze. Anche dopo il pensionamento.

Consiglio 5: organizzare la previdenza in modo opportuno

Pianificando per tempo la previdenza è possibile evitare le ristrettezze finanziarie e assicurarsi di poter rimanere nella propria casa. Chi, ad esempio, effettua versamenti nel pilastro 3a, beneficia addirittura di un duplice vantaggio:

  1. agevolazione fiscale immediata per il resto della vita lavorativa
  2. risparmi che possono essere utilizzati successivamente per finanziare le proprie quattro mura

I versamenti facoltativi supplementari nella cassa pensioni rappresentano un’ulteriore possibilità per aumentare la riserva finanziaria in modo da potersi godere più avanti casa propria al riparo da preoccupazioni. Eventuali prelievi anticipati dalla cassa pensioni utilizzati per finanziare la propria abitazione devono in ogni caso essere rimborsati prima del pensionamento.

Crediti fotografici: Adobe Stock

Il pensionamento, in piena libertà di scelta

Gli ultimi anni prima del pensionamento passano più velocemente di quanto si pensi. L’ideale è iniziare quanto prima a pianificare il budget. Consacrate da subito la giusta importanza alla previdenza, così da poter mantenere il vostro tenore di vita anche dopo il pensionamento. Per un futuro felice e in piena libertà di scelta.

Altri siti interessanti

Guida

Pianificazione del budget per la terza età: cosa mi potrò ancora permettere dopo il pensionamento?

Per saperne di più

Guida

Rendita o capitale? Otto consigli per facilitare la scelta

Per saperne di più

Guida

Pensionamento anticipato – Sono in grado di mantenere lo standard di vita attuale?

Per saperne di più