Per le assicurazioni sulla vita spesso nasce la domanda se siano effettivamente necessarie o se non sia meglio investire il denaro perché renda di più, a lungo termine. La risposta non è così facile e dipende dalle circostanze.

A seconda degli obiettivi di risparmio e della situazione personale, l’assicurazione sulla vita è una buona opzione che soddisfa entrambe le esigenze di copertura del rischio e previdenza finanziaria e provvede alla tranquillità finanziaria a lungo termine.

Cos’è un’assicurazione sulla vita?

In generale si distingue tra due tipi di assicurazioni sulla vita: assicurazione vita puro rischio e cosiddetta assicurazione mista. La maggior parte delle assicurazioni sulla vita sono del secondo tipo. Per un buon motivo. L’assicurazione mista può coprire, da un lato, il rischio finanziario di un’incapacità di guadagno dovuta a un infortunio o a una malattia, se è inclusa la rendita dell’AI. Al contempo può coprire il rischio finanziario in caso di decesso e dispone di una parte di risparmio.

Perché concludere un’assicurazione sulla vita?

Nel caso di un’incapacità di guadagno, sia la persona interessata che la sua famiglia possono essere tutelati dal punto di vista finanziario tramite un’assicurazione sulla vita. In caso di decesso, l’assicurazione mista è un aiuto per i superstiti che, oltre alla perdita della persona cara, devono affrontare anche perdite economiche, mentre le spese ricorrenti non si arrestano di fronte all’evento. Se non si verifica il decesso, al momento stabilito il contraente con un’assicurazione mista può accedere al capitale di risparmio investito.

Le assicurazioni sulla vita possono inoltre essere impiegate per accumulare, in piena libertà di scelta, patrimonio. A differenza di un conto del pilastro 3a, nel caso di un’assicurazione si beneficia a lungo termine, di norma, di migliori prestazioni e di una garanzia dei costi. Le assicurazioni sono, inoltre, particolarmente adatte alle persone che preferiscono un processo di risparmio sistematico e assistito, invece di diventare attivi in prima persona una volta all’anno.

Quando è opportuno avere un'assicurazione sulla vita?

  • Quando le rendite d’invalidità del primo e secondo pilastro non sono sufficienti per poter mantenere lo standard di vita abituale, cosa che di norma accade in caso di malattia.
  • Qualora, in caso di decesso, il patrimonio e la rendita per i superstiti non fossero sufficienti per proteggere finanziariamente la famiglia e il partner.
  • Quando si ha bisogno di un motivo per risparmiare perché altrimenti si dimentica regolarmente di effettuare i versamenti annui nel pilastro 3a.

A chi si addice un’assicurazione sulla vita?

  • Famiglie: Un’assicurazione sulla vita è particolarmente adatta alle famiglie con bambini, che desiderano essere assicurate in caso di malattia o decesso. Se i beneficiari, in caso di un infortunio con conseguenze letali, ricevono di norma l’80% dell’attuale salario mediante il primo e il secondo pilastro, in caso di decesso in seguito a malattia, le rendite sono decisamente più basse. Quando si conclude un’assicurazione sulla vita, è possibile assicurare i costi fissi come gli interessi ipotecari o l’affitto o il mantenimento della famiglia.
  • Famiglie monoparentali: Si sa che non è facile crescere i figli da soli. A ciò si aggiunge la difficoltà, in particolare se il budget è limitato, di godere di una buona copertura assicurativa e di riuscire a risparmiare per la terza età. Il piano di risparmio per la previdenza dettagliato garantisce sicurezza finanziaria per il futuro. L’assicurazione sulla vita può essere una soluzione in questo caso.
  • Proprietari di un’abitazione: Le proprie quattro mura danno stabilità, soprattutto nei momenti difficili della vita. Grazie alla copertura dei rischi, in caso di decesso, i superstiti possono continuare a permettersi la propria casa e in questo modo può
  • Coppie conviventi: Sono molte le coppie che oggi optano per la convivenza; i rischi non sono pochi soprattutto quando ci sono dei figli e un partner lavora solo a tempo parziale o non lavora affatto. In caso di decesso, infatti, le prestazioni delle assicurazioni sociali vengono versate solo alle coppie sposate. Le prestazioni assicurate proteggono la famiglia tramite il pilastro 3b, anche senza un certificato di matrimonio. Il pilastro 3a contempla determinate restrizioni legali.
  • Indipendenti: Spesso gli indipendenti non dispongono di un secondo pilastro. L’assicurazione sulla vita qui è opportuna, perché in caso di incapacità di guadagno o decesso, non vengono fornite prestazioni da parte della cassa pensioni. Con un’assicurazione sulla vita sono protette sia la persona assicurata che la sua famiglia.

Quale assicurazione sulla vita fa al caso mio?

Per trovare l’assicurazione sulla vita che fa al caso vostro occorre analizzare la vostra situazione personale. Avete una famiglia? Famiglia monoparentale? Convivete? Siete proprietari di un’abitazione? Esercitate un’attività indipendente o presentate un’incapacità di guadagno? Tutti questi fattori possono influire sulla vostra soluzione previdenziale ideale. Scoprite, insieme ai nostri esperti, l’assicurazione sulla vita su misura per le vostre esigenze.

Posso risparmiare sulle imposte con l’assicurazione sulla vita?

Esattamente come accade per un conto del pilastro 3a presso una banca, anche nel caso dell’assicurazione sulla vita è possibile detrarre dal reddito imponibile i versamenti nel pilastro 3a. Le imposte annue si riducono proporzionalmente. L’importo massimo per i versamenti viene stabilito annualmente. Nel 2021 l’importo ammonta a 6 883 franchi per le persone con reddito soggetto all’AVS e a 34 416 franchi (al massimo il 20% del reddito netto) per le persone, come ad esempio gli indipendenti, non affiliate ad alcuna cassa pensioni. Il risparmio sulle imposte dipende dal reddito.

Quando posso farmi versare l’assicurazione sulla vita?

La data di versamento dell’assicurazione sulla vita dipende dal tipo di assicurazione sulla vita che avete stipulato:

  • Versamento dell’assicurazione di rischio

Se avete optato per l’assicurazione vita puro rischio, la stessa verrà versata solo in caso di prestazione, quindi in caso di decesso o d’incapacità di guadagno.

  • Versamento dell’assicurazione mista

Se avete optato per l’assicurazione mista, questa viene versata in caso di prestazione, quindi in caso di decesso, o al più tardi alla scadenza dell’assicurazione.

  • Versamento anticipato dell’assicurazione sulla vita

Nei seguenti casi potete, ad esempio, far versare anticipatamente l’assicurazione sulla vita nel pilastro 3a:

  • desiderate acquistare una proprietà d’abitazioni a uso proprio
  • desiderate effettuare un acquisto nella cassa pensioni
  • avviate un’attività indipendente
  • lasciate definitivamente la Svizzera

Osservando alcune limitazioni, potete farvi versare il pilastro 3b in qualsiasi momento.

Cosa succede con la mia assicurazione sulla vita in caso di decesso?

In caso di decesso subentra il cosiddetto caso di prestazione e il capitale di decesso viene versato ai beneficiari.

A chi viene versata la mia assicurazione sulla vita?

L’identificazione delle persone beneficiarie dipende dalla vostra scelta del pilastro, 3a o 3b:

  • nel pilastro 3a siete vincolati alle disposizioni legali. 
  • nel pilastro 3b siete liberi di scegliere i beneficiari. Questo può essere particolarmente interessante per le coppie conviventi.

La consulenza fa la differenza

Conviene fare un raffronto fra diversi offerenti e prodotti, dato che le prestazioni e le offerte delle singole società d’assicurazione si differenziano molto le une dalle altre. Conclusa una prima ricerca, si consiglia di richiedere la consulenza di uno specialista nella previdenza, in grado di comprendere a fondo la situazione personale e di fare una valutazione efficace dei risultati dell’analisi della previdenza.

Fissare un colloquio di consulenza

Se la consulenza è stata proficua e ben ponderata, la scelta dell’assicurazione sulla vita può essere una buona soluzione per tutti coloro che desiderano combinare l’assicurazione di rischio e l’investimento finalizzato al risparmio per salvaguardare il proprio futuro finanziario. Per se stessi e per i propri cari.

Altri articoli interessanti

Guida

Risparmiare sulle imposte con il terzo pilastro: ecco come fare!

Per saperne di più

Guida

Pilastro 3a: le nove principali domande e risposte

Per saperne di più

Guida

Quanto costa mantenere un figlio? I figli cambiano il budget familiare: ecco come

Per saperne di più