Tutelare finanziariamente i figli: ciò che i genitori devono sapere

Se si prevede di avere dei figli o se si hanno di già, numerosi genitori riflettono su come provvedere a loro e tutelarli finanziariamente. A tale proposito è possibile scegliere tra numerose opzioni. Si consiglia di chiarire ciò che è importante e ciò che è veramente necessario.

«Quale futuro aspetta mio figlio? Come finanzieremo il periodo durante gli studi o un soggiorno all'estero? E cosa succede se si infortuna gravemente, se subentra una malattia duratura o se soffre di un'infermità?» I genitori si pongono giustamente queste e altre domande, perché riguardano i loro figli sul lungo termine e in modo fondamentale.

original

L'invalidità può colpire tutti, anche i bambini e gli adolescenti

In Svizzera la cassa malati è obbligatoria per i bambini piccoli a partire dai tre mesi. I futuri genitori dovrebbero assicurare i figli contro malattia e infortunio di preferenza ancora prima della nascita, al fine di evitare che l'assicurazione complementare venga rifiutata per esempio in caso di malattia congenita. I bambini non sono immuni né da gravi malattie, né da infortuni gravi e da danni alla salute permanenti. È, tuttavia, di gran lunga superiore la probabilità che bambini e adolescenti diventino invalidi a seguito di un'infermità congenita – per esempio in caso di cardiopatia congenita o paralisi cerebrale. L'aspetto più disastroso della situazione è che spesso questi disturbi vengono diagnosticati solo in età scolare o addirittura più tardi. In nove casi su dieci i giovani adulti tra i 18 e i 24 anni diventano invalidi a seguito di malattie e infermità congenite, mentre gli infortuni sono raramente la causa di un caso d'invalidità.

Chi paga quali costi?

Se un'infermità congenita richiede cure mediche, normalmente è l'assicurazione per l'invalidità (AI) a coprire le spese. Pertanto, è consigliabile notificare i figli quanto prima all'assicurazione in questione. L'assicurazione sociale non chiede un'aliquota percentuale, tuttavia con una rendita dell'AI gli adolescenti disabili non sono tutelati sufficientemente a livello finanziario – soprattutto se sono limitati nel loro sviluppo e non sono in grado di esercitare un'attività lucrativa a tempo pieno.

Ciononostante i genitori possono provvedere:

  • Invalidità: potete assicurare un capitale d'invalidità per i vostri figli. Ciò è possibile sia tramite un'assicurazione complementare della cassa malati che sotto forma di polizza di rischio presso un assicuratore. Il denaro agevola voi e vostro figlio, ad esempio per la ristrutturazione dell'appartamento che non viene finanziata dall'AI.

  • Incapacità di guadagno: è possibile stipulare una polizza in caso d'incapacità di guadagno anche per i figli. Se vostra figlia o vostro figlio in futuro non dovesse esercitare o esercitare solo in parte un'attività lucrativa, verrebbe versata una rendita. 

Suggerimento: ogni assicurazione di rischio oltre alla malattia dovrebbe includere l'infortunio.

Chi calcola in modo intelligente, risparmia per la formazione

Una solida formazione spalanca molte porte. Tuttavia, spesso sono necessari tempi lunghi e spese ingenti fino alla conclusione della formazione e all'inizio della vita professionale. Soprattutto se i figli scelgono gli studi. Spesso abitare a casa non è un'opzione, magari è necessario un soggiorno all'estero. 

Pertanto, è opportuno mettere quanto prima da parte il denaro necessario per la futura formazione. A tale proposito è possibile tra diverse strategie:

  • Si accende un conto di risparmio gioventù speciale. È possibile un versamento flessibile dei contributi di risparmio, sia regolare che ad hoc. Inoltre, il conto può essere disdetto in qualsiasi momento. Sulla scia degli attuali interessi bassi l'effetto di risparmio è, tuttavia, esiguo. 
  • È altrettanto consigliabile un piano di risparmio in fondi d'investimento. Esso permette di investire del denaro sul lungo termine nella formazione. Le opportunità di rendimento sono superiori rispetto a quelli di un conto di risparmio, tuttavia il rischio d'investimento è maggiore.
    Importante: In entrambi i casi al compimento dei 18 anni il figlio può accedere al conto o al fondo se è intestato a suo nome.

  • È possibile creare una riserva finanziaria anche con una polizza per i bambini, che versa al bambino il denaro risparmiato alla sua maggiore età. Ciò si rivela una soluzione sicura anche in caso d'incapacità di guadagno o di decesso rispettivamente dei genitori o del pagatore dei premi; grazie all’esonero dal pagamento dei premi, i premi continuano a essere pagati.


Una buona consulenza è una base sicura
Saremo lieti di illustrarvi la migliore soluzione individuale con la quale provvedere alla sicurezza finanziaria e alla formazione dei vostri figli. Vi invitiamo a fissare oggi stesso un appuntamento con una consulente o un consulente di Swiss Life.

loading
×