Risparmiare sulle imposte e contemporaneamente provvedere per la terza età: in questo modo potrete ottenere il massimo dal vostro denaro e guardare al vostro futuro finanziario con tranquillità. Questo è possibile grazie a diverse agevolazioni fiscali per la previdenza professionale e privata del secondo e terzo pilastro e per la proprietà d’abitazioni.

  • Con il pilastro 3a è possibile risparmiare ogni anno fino a 2000 franchi sulle imposte.

  • Circa 12% del reddito lordo di un’economia domestica vengono spesi per le imposte.

  • Il tasso d’imposizione sul pilastro 3a, al momento del versamento, è differente e più favorevole.

Risparmiare sulle imposte con il terzo pilastro

I versamenti nel pilastro 3a possono essere detratti completamente dal vostro reddito nella dichiarazione d’imposta. A seconda del Cantone, del reddito e dell’ammontare dell’importo versato, il reddito imponibile può essere ridotto annualmente di fino a 2000 franchi. Contemporaneamente vi proteggete finanziariamente. Un versamento è vantaggioso in ogni caso. Attualmente l’importo massimo del versamento nel pilastro 3a è di 6826 franchi (2018) annualmente. Gli indipendenti senza cassa pensioni possono versare fino al 20% del reddito netto, in ogni caso non più di 33 840 franchi all’anno.

  • È possibile detrarre dal reddito i versamenti nel pilastro 3a. In questo modo potete ridurre il reddito imponibile e quindi le imposte da versare.
  • L’avere 3a, compresi i proventi, non è non assoggettato alle imposte fino al pensionamento.
  • Al momento del versamento, il capitale 3a viene separato dal restante reddito e tassato a un’aliquota inferiore.

Nella maggior parte dei Cantoni, i versamenti nel pilastro 3b non possono essere detratti dal reddito imponibile. In cambio i versamenti successivi sono esenti da imposte. Nel corso della durata, i valori di riscatto delle polizze sono imponibili come reddito.

Dal punto di vista fiscale, nell’ambito del pilastro 3b sono particolarmente interessanti le assicurazioni di capitale mirate alla costituzione di un patrimonio. I versamenti non possono di norma essere detratti dalle imposte e, nel corso della durata, il valore di riscatto è imponibile come patrimonio. Al momento del versamento, tuttavia, l’intero avere, inclusi tutti i proventi, sono esenti da imposte, sempre che vengano rispettate le condizioni previste dalla legge.

Riepilogo

I pilastri 3a e 3b vi consentono di dare forma alla vostra previdenza personale. In questo modo completate le prestazioni del primo e del secondo pilastro. E contemporaneamente risparmiate sulle imposte.

Mitarbeitende Aktuar

Calcolatore delle imposte

Calcolate subito quanto potete risparmiare sulle imposte con il pilastro 3a. Con il calcolatore delle imposte di Swiss Life. 

Vorsorge & Vermögensaufbau

Assicuratevi il futuro con il pilastro 3a

Il pilastro 3a vi permette di integrare la previdenza esistente, coprire eventuali lacune e beneficiare di interessanti agevolazioni fiscali.

Risparmiare sulle imposte con il secondo pilastro

Sul vostro certificato della cassa pensioni potete vedere se è già stato versato l’avere di vecchiaia massimo possibile nella vostra soluzione CP. Se non è questo il caso, potete attuare anche degli acquisti nella cassa pensioni e quindi risparmiare sulle imposte: il versamento supplementare a titolo d’acquisto può essere detratto completamente dal vostro reddito, riducendo così il reddito imponibile.

Ciò si rivela opportuno soprattutto se avete già versato l’importo massimo nel pilastro 3a. Potete scegliere liberamente il momento per il versamento. In questo modo potete diminuire le imposte se vi viene versato un bonus o ricevete un’eredità.

Per l’acquisto nella previdenza professionale del secondo pilastro dovreste considerare i seguenti punti:

  • l’avere che versate non potete riceverlo prima dell’età di pensionamento, con poche eccezioni. Investite, dunque, solo quel denaro che fino a quel momento non vi occorre per il sostentamento.
  • I versamenti hanno un limite massimo. Non potete versare un importo superiore alle prestazioni regolamentari complete che sono elencate nel certificato di previdenza.
  • Se avete finanziato la vostra abitazione con un prelievo anticipato dalla cassa pensioni, dovete provvedere a restituirlo prima di poter effettuare acquisti rilevanti ai fini fiscali.
  • Tenete in considerazione la situazione finanziaria della vostra cassa pensioni. Sul sito web o nella relazione di gestione della rispettiva cassa troverete tutte le informazioni necessarie. In caso di copertura insufficiente non versate denaro, perché potreste incorrere in perdite.
Suggerimento

Distribuite un versamento supplementare a titolo d’acquisto cospicuo su diversi anni, in modo da ripartire la progressione fiscale su vari anni e risparmiare ancor più sulle imposte.

Risparmiare sulle imposte acquistando un’abitazione

Quali vantaggi fiscali hanno i proprietari di immobili?

Potete ripagare direttamente l’ipoteca di secondo grado e ridurre in questo modo il debito ipotecario anno dopo anno. Oppure potete optare per l’ammortamento indiretto. L’ammortamento indiretto comporta la sottoscrizione di un’assicurazione con costituzione di un capitale (pilastro 3a). L’assicurazione deve essere costituita in pegno alla vostra banca o società d’assicurazione. I versamenti annui per l’ammortamento vengono versati come premi nel pilastro 3a. Con il capitale risparmiato, ripagate l’ipoteca di secondo grado tutta in una volta quando è esigibile. In cambio beneficiate dei seguenti vantaggi fiscali:

  • Potete detrarre dal reddito imponibile gli interessi ipotecari sull’intero importo fino al rimborso dell’ipoteca di secondo grado.
  • Potete detrarre l’intero debito ipotecario dal vostro reddito imponibile fino al rimborso dell’ipoteca di secondo grado.
  • Anche i versamenti nel pilastro 3a possono essere detratti dal reddito imponibile.
  • L’avere patrimoniale è assoggettato al momento del versamento a un tasso d’interesse preferenziale.
  • Avete coassicurato i rischi decesso e incapacità di guadagno con la vostra polizza per l’ammortamento.

Risparmiare optando per una manutenzione conveniente a livello fiscale
Nuova facciata, nuovo pavimento: i costi per questi lavori di manutenzione costosi possono essere detratti dalla vostra dichiarazione d’imposta. Se però si crea un plusvalore, ad es. sostituendo il linoleum con il parquet, questa parte di costi non è deducibile dalle imposte. Per quanto riguarda il tipo di deduzione nella dichiarazione delle imposte, avete la scelta: potete rivendicare i costi effettivi oppure detrarre un importo forfettario. Gli importi forfettari sono differenti a seconda del Cantone. Nella maggior parte dei Cantoni vale la seguente regola: se la proprietà ha meno di dieci anni, l’importo forfettario ammonta al 10% del valore locativo proprio, se l’immobile ha più di 10 anni ammonta al 20%.

E qui ancora qualche consiglio:
Non vale la pena procedere ogni anno a piccoli lavori di manutenzione. È possibile dedurre l’importo forfettario anche se non è stato sborsato un franco. Idealmente sarebbe meglio raggruppare in un anno vari piccoli lavori e dedurre poi i costi effettivi se viene superato l’importo forfettario.

Prestate attenzione affinché i costi non superino il reddito imponibile. Una detrazione in negativo non porta alcun vantaggio. A questo punto è consigliabile ripartire i lavori più grossi su due anni; in questo modo sarà possibile ridurre il reddito imponibile per due volte.

Suggerimento

Non vale la pena procedere ogni anno a piccoli lavori di manutenzione. È possibile dedurre l’importo forfettario anche se non è stato sborsato un franco.

Fissate un colloquio di consulenza

Desiderate scoprire con i nostri esperti in un colloquio non vincolante quali concrete possibilità di risparmio avete nella vostra situazione attuale? Allora fissate subito un appuntamento e beneficiate della nostra consulenza personale!

Geschäftskundinnen

Guida Swiss Life – Previdenza e agevolazioni fiscali

Il collaborazione con l'editore Beobachter

Life Stories: il blog di Swiss Life

Guida

Risparmiare sulle imposte con il terzo pilastro: ecco come fare!

Per saperne di più

Guida

Tre consigli su come procedere per la dichiarazione d’imposta

Per saperne di più