Consiglio di fondazione Progetti Progetti La fondazione dà il suo sostegno a numerosi progetti che verrano finanziati con somme di differente importo. Qui di seguito una selezione attuale.

Il 36° DAVOS FESTIVAL – YOUNG ARTISTS IN CONCERT si è svolto all’insegna del motto Aequalis

30 concerti principali e numerosi eventi gratuiti, escursioni legate al festival ed esperienze musicali hanno attirato il pubblico da vicino e da lontano. Dal 7 al 21 agosto Marco Amherd, direttore d’orchestra e organista di DAVOS FESTIVAL ha presentato la sua seconda edizione del festival all’insegna del motto Aequalis. L’edizione di quest’anno è stata dedicata all’uguaglianza, alla parità dei diritti e alla visibilità. L’occasione per questo confronto variegato viene offerta da un cinquantenario: nel 1971 in Svizzera è stato introdotto il diritto di voto e eleggibilità per le donne.

«Non sono un grande appassionato di programmi di concerti, che si dedicano “solo” alla bellezza della musica e ne nascondono il contesto in cui nascono. La biografia di compositrici e compositori caratterizza la loro opera. L’emancipazione, il femminismo e la parità dei diritti sono stati giustamente percepiti come temi sempre più urgenti negli ultimi anni. Ho trovato interessante scoprire come si possono sviluppare i corrispondenti musicali a riguardo e credo che alcuni concerti hanno sorpreso con punti di vista insoliti», così riassume il suo concetto artistico il 32enne direttore vallese.

Link al contributo radio di Julia Kaiser, pubblicato su SWR2 Tonart (18 agosto 2021)

Il Festival di Davos è conosciuto anche al di fuori del territorio nazionale come piattaforma per giovani musicisti di talento nell’ambito della musica classica. Nasce nel 1986 da un’idea di Michael Haefliger. Da allora, in agosto, per due settimane Davos si trasforma in una sorta di Mecca della musica da camera. Lo spirito e la forza espressiva dei giovani artisti attirano amanti della musica da tutta la Svizzera nella valle del Landwasser.

Nella Swiss Cancer Foundation imprese e personalità si impegnano nella lotta contro il cancro. La fondazione sostiene progetti di ricerca e terapeutici con mezzi finanziari e altre prestazioni e mira alla promozione diretta e indiretta della ricerca sul cancro e a sostenere sia il trattamento medico dei pazienti che tutte le misure nella lotta contro questa malattia. Swiss Cancer Foundation sostiene le istituzioni e le organizzazioni esistenti, in particolare la Lega svizzera contro il cancro e la Fondazione Ricerca svizzera contro il cancro, con mezzi finanziari e altre prestazioni nella loro lotta contro il cancro. La Swiss Cancer Foundation è in stretto e costante contatto con imprese e dirigenti per la raccolta di fondi. Questi donatori sostengono le iniziative di pubblica utilità della Swiss Cancer Foundation attraverso contributi considerevoli, conferimenti e prestazioni in natura e sono motivati a farlo dalla fondazione. I donatori sono membri dell’associazione “Donatori Swiss Cancer Foundation”.

La fondazione Stiftung Arbeitskette fu fondata nel 1977 allo scopo di integrare nel mercato del lavoro primario persone con problemi di salute e/o sociali. Nel 1994 aprì la prima azienda gastronomica in Svizzera, il noto ristorante Limmathof, con posti di lavoro integrati. Da allora si sono aggiunti altri ristoranti come l’Alpenrose a Zürich-West, lo Stürmeierhuus a Schlieren o il Café 1842 nel Niederdorf zurighese come pure un grande servizio di catering. La fondazione forma le persone che non hanno ancora trovato un posto di apprendistato o un impiego nel mercato del lavoro primario. Vengono loro offerti posti di lavoro con un’assistenza adeguata; in altre parole le collaboratrici e i collaboratori con esigenze particolari vengono integrati in team che li consigliano e li accompagnano. A seconda del programma, queste persone ricevono anche aiuto nella ricerca di impieghi nel mercato del lavoro primario. Il lavoro di integrazione spesso comporta un lavoro di traduzione e di mediazione tra tutte le parti coinvolte. Soprattutto quando ci si occupa di apprendisti.

La fondazione Stiftung Arbeitskette è un’azienda sociale e di ristorazione e riveste diversi ruoli al contempo: datore di lavoro, formatore e pioniere. Inoltre fa da intermediario tra i diversi stakeholder (l’AI, la propria azienda, i genitori, la scuola professionale, i terapisti e l’eventuale abitazione assistita) al fine di raggiungere l’obiettivo comune, ossia la qualificazione professionale e l’impiegabilità delle persone con disabilità.

PluSport Sport Andicap Svizzera è l’organizzazione mantello e il centro di competenza nazionale per gli sportivi con disabilità svizzeri. La federazione, che conta circa 12 000 membri, fu fondata ormai quasi 60 anni fa con l’obiettivo di promuovere lo sport per le persone con disabilità. 90 società sportive regionali e circa 100 campi sportivi vantano un’ampia offerta di discipline tradizionali o moderne. Oltre alla Coppa del mondo di sci alpino di St. Moritz, uno dei momenti salienti è la Giornata PluSport di Macolin, la più grande giornata sportiva per persone con disabilità in Svizzera. L’elevata qualità degli allenamenti e dei campi è garantita da corsi di formazione regolari per le monitrici e i monitori. Quale federazione orientata al futuro, PluSport promuove le nuove leve e in qualità di co-promotrice di Swiss Paralympic si impegna affinché atlete e atleti ambiziosi possano partecipare alle competizioni per titoli nazionali e internazionali.

Tutte le persone devono avere la possibilità di praticare regolarmente sport, indipendentemente dalle loro condizioni. In questo contesto vengono coinvolti e sostenuti diversi gruppi sociali con l’obiettivo a lungo termine dell’inclusione reciproca. In particolare le persone anziane con disabilità fisica o mentale sono esposte al rischio di essere isolate. Lo sport e il movimento in compagnia coinvolgono le persone interessate e contribuiscono alla loro integrazione, alla gioia di vivere e alla salute. PluSport realizza anche offerte per le generazioni più anziane. Ogni anno circa 400 persone di età superiore ai 50 anni frequentano i campi sportivi offerti, beneficiando di un’esperienza unica nel suo genere. I campi sono rivolti esclusivamente a persone con disabilità che hanno superato questa età e che desiderano essere attive, ma che amano anche rilassarsi. I programmi settimanali propongono un buon mix di attività, divertimento e piacevoli momenti in comune.

Anche nelle società di PluSport sono più di 6 000 le persone ultracinquantenni a fare movimento. Inoltre, PluSport organizza molte altre attività ricreative per le persone in questa fascia d’età. PluSport è convinta che questa offerta di attività fisica e ricreativa contribuirà a mantenere la partecipazione di queste persone alla vita sociale, proteggendole dalla solitudine e dall’isolamento.

Oltre cento anni fa, nel 1908, fu fondata a Zurigo un’associazione per la tutela delle madri e dei neonati. L’associazione esiste ancora oggi con il nome Verein Inselhof Triemli e ha mantenuto i suoi obiettivi fondamentali: si impegna a favore delle donne, delle madri, dei bambini e delle famiglie.

La storia dell’associazione Inselhof Triemli è un pezzo della storia a favore delle donne. Solo grazie all’impegno di rinomate pioniere è stato possibile porre le basi per quest’opera. L'associazione deve il suo nome alla casa per madri e neonati inaugurata nel 1927 alla Inselhofstrasse presso Zürich-Riesbach. Nella prima metà del XX secolo, l’istituto rispondeva al bisogno fondamentale delle donne nubili che avevano avuto un bambino.

Nei suoi 100 anni di attività, l’associazione ha sempre riconosciuto i segni dei tempi, creando offerte commisurate alle esigenze contemporanee. Da una “casa per ragazze cadute in disgrazia” si è sviluppato nel corso dei decenni un centro medico-sociale con rinomata clinica per la maternità. Dal 1968 al 2004 l’associazione ha diretto la clinica ginecologica Maternité presso il complesso di Triemli. La gestione della rinomata clinica è stata passata alla città di Zurigo nel 2005. In seguito a tale cessione l’associazione si è concentrata sulla concretizzazione dell’idea di un centro di competenza per bambini, madri e padri. Nel corso della storia dell’associazione si sono presentate a più riprese sfide esistenziali, finanziarie e politiche che sono state superate grazie al grande impegno dei membri e in collaborazione con gli enti pubblici. Diverse offerte riunite sotto un unico tetto, che si completano e si sostengono a vicenda, fanno del centro un partner competente per questioni complesse.

Il Zentrum Inselhof si pone l’obiettivo di continuare a dare impulsi significativi nell’ambito del lavoro con bambini, madri, padri e persone della loro cerchia. I servizi del centro adempiono un’importante mandato pubblico.