Tre giardinieri ci mostrano la loro versione della primavera. Frate Murezin Casanova, Sandra Flückiger e Peter Ochsner condividono la loro passione per la natura. Considerano il giardino un luogo di rivelazione, felicità e serenità

garten1_bild_12x8
Je considère ce jardin comme un véritable don de Dieu; sans nature il n’y a pas de vie. Lorsque le printemps revient avec la splendeur de la floraison et le gazouillis des oiseaux, c’est à chaque fois une révélation que de parcourir ce joyau à la longue histoire: les bâtiments et les murs confèrent une structure tout à fait particulière au jardin du monastère.
garten2_bild_12x8
Nel mio giardino varietale coltivo oltre 100 antiche specie di verdure, cereali e piante decorative. Seminando regolarmente e distribuendo le sementi ad altri, garantisco la sopravvivenza di queste antiche specie vegetali. Il giardino varietale è la mia passione: dopo i lunghi inverni a 1000 metri la primavera e il risveglio della natura sono sempre un evento grandioso
garten3_bild_12x8
Dopo la pausa invernale, in primavera non vedo l’ora di tornare a ‹ronzare› per il giardino. Mi dà un piacere particolare osservare quali germogli si aprano e tutto quello che comincia a muoversi e a volare non appena arrivano i primi caldi raggi del sole. Semplicemente fa bene all’anima e mi rende felice. L’ortogiardino ha una parte non indifferente nella mia vita, perché è l’occasione per dimenticare tutto il resto e staccare

Testo: Christoph Grenacher
Foto: Giorgio von Arb (ritratti), Chiostro Disentis/ Peter Ochsner/ Fattoria Flückiger (giardini) 

Altri articoli interessanti

Professione: liftboy

Per saperne di più

Persone

L’Africa occidentale è di moda

Per saperne di più

Persone

Laura ed Estefanía: due donne di grinta

Per saperne di più