Lina Bernasconi (17 anni) è la prima apprendista scalpellina della Münsterbauhütte, il laboratorio artigianale della cattedrale di Basilea. Servono forza, fiducia nelle proprie capacità e grande spirito di squadra. Ma è anche una grande soddisfazione: «La cattedrale di Basilea è un po’ casa mia ed è parte di me».

Non è faticoso lavorare ogni giorno di scalpello?
Certo. Ci sono molte giornate in cui non senti più le braccia. Per fortuna ci sono anche altri lavori, come riempire le fughe o redigere e disegnare le documentazioni per il mio libretto di lavoro.

Perché hai scelto questa formazione?
Ritengo interessante imparare una professione artigianale rara e considerata un “mestiere da uomini”. Mi motiva a portare a termine l’apprendistato. Mi appassionano la varietà dei materiali e il tipo di lavorazione.

Ti capita mai di parlare con le pietre su cui lavori?
No :), però ce n’è una che ora ha un nome. Siccome in pausa mi piace mangiare pompelmi e i miei colleghi ne sono divertiti, la prima pietra su cui mi sono esercitata è stata chiamata “Pompelmo”.

Cos’ha di speciale il tuo posto di lavoro?
La cosa speciale è che non lavoro solo di scalpello ma ho anche modo di effettuare restauri. La cattedrale di Basilea, la mia sede di lavoro, ha parti che risalgono a oltre 1 000 anni fa, ha visto tanta storia e si spera che resti in buone condizioni ancora a lungo. È questo il nostro compito.

Ti resta qualche energia per fare altro?
Ogni sabato mi ritrovo con gli scout di Bischofstein, dove dirigo un gruppo di bambini fra i sei e i dieci anni. Durante la settimana ci incontriamo anche per pianificare e preparare le attività. A casa mi occupo di due gechi leopardo, Lyuba ed Echnaton, che richiedono molte attenzioni, sono molto affettuosi e hanno sempre fame.

steinmetzin_bio_16x9

«La cattedrale di Basilea, la mia sede di lavoro, ha parti che risalgono a oltre 1 000 anni fa, ha visto tanta storia e si spera che resti in buone condizioni ancora a lungo».
Lina Bernasconi è la prima apprendista scalpellina della Münsterbauhütte, il laboratorio artigianale della cattedrale di Basilea.

La pietra di una cattedrale è anche fragile. Non hai paura di rompere qualcosa?
Il mio team mi segue. Sperimento i grandi lavori prima su una pietra di prova.

Che cosa ti dà gioia sul lavoro?
Mi piace stare in squadra ogni giorno, come anche il lavoro alla cattedrale. Sono orgogliosa di farne parte.

Che cosa ti dà sicurezza nella vita?
Ho molte persone a cui mi affido e su cui posso contare se ne ho bisogno.

Lo scalpellino è un artista o un artigiano?
Un po’ entrambe le cose. Credo che ogni scalpellino, falegname o artigiano in generale sia anche un artista.

Autore: Christoph Grenacher
Foto: SRF/Georg Halter

steinmetzin_bio2_16x9

La 17enne Lina Bernasconi impara una professione rara come scalpellina alla cattedrale di Basilea e parla con molto entusiasmo dei collaboratori: «Mi piace stare in squadra ogni giorno, come anche il lavoro alla cattedrale. Sono orgogliosa di farne parte».

Altri siti interessanti

Persone

«Ci vogliono anche uomini per la diversità.»

Per saperne di più

Persone

Libertà di scelta tra ordito, trama e tanta pazienza

Per saperne di più

Persone

Laura ed Estefanía: tra risparmio e progetti di carriera

Per saperne di più